Come gestire l’emergenza coronavirus?

06 Aprile 2020

Cosa fare in quarantena?

“Il virus si sta prendendo tanto da noi ma ci sta dando anche qualcosa di speciale: l’opportunità di collaborare gli uni con gli altri come genere umano che lavora insieme, che impara insieme e che cresce insieme.” - Dr. Tedros Adhanom Ghebreyesus  Direttore dell’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità).

 

Ecco i consigli dall’OMS per fronteggiare l’emergenza Coronavirus.

 

1. Dieta sana e nutriente.

Variate gli alimenti, privilegiando i vegetali buoni riducendo grassi, sale e zuccheri raffinati;

 

2. Alcool: limitate il consumo.

Evitate le bevande zuccherate e non usare droghe per affrontare le tue emozioni;

 

3.Non fumate.

Fumare può aumentare il rischio di contrarre gravi malattie se sarete infettati dal virus.

 

4.Fate attività fisica.

L’OMS raccomanda 30 minuti di attività fisica al giorno per gli adulti. L’attività fisica non va confusa con lo sport infatti, si intende qualunque movimento corporeo prodotto dai muscoli scheletrici utilizzando energia; questa definizione comprende lo sport, l’esercizio fisico e altre attività come giocare, camminare, dedicarsi ai lavori domestici o al giardinaggio.

Se non potete uscire di casa cercate esercizi online, ballate, fate yoga o scendete su e giù per le scale.

Se le vostre linee guida nazionali o locali lo permettono uscire per una passeggiata, per una corsetta o per andare in bicicletta e mantenete la distanza di sicurezza.

Se state lavorando da casa assicuratevi di non stare seduti nella stessa posizione per troppo tempo, alzatevi e prendetevi tre minuti di pausa ogni trenta minuti;

 

5.Prendetevi cura della vostra salute mentale.

È normale sentirsi stressati, confusi e terrorizzati durante una crisi. Parlare con persone che conoscete e di cui vi fidate può essere d’aiuto, contatta gli amici e la famiglia. Se ti senti sopraffatto dall’angoscia, parla con un operatore sanitario o con un consulente.

Supportare le altre persone nella vostra comunità può aiutarvi allo stesso modo di aiutare voi stress. Tenete d’occhio i vicini, i familiari e gli amici. L’amore per il prossimo è una medicina.

 

6.NON leggere o NON guardare troppe notizie se vi rendono ansiosi.

Cerca di limitare la preoccupazione e l'agitazione riducendo il tempo che tu e la tua famiglia trascorrete guardando o ascoltando i media che percepisci come sconvolgenti.  Informatevi una o due volte al giorno solo da fonti affidabili. Raccogli le informazioni che ti possano aiutare a determinare con precisione il rischio in modo da poter prendere precauzioni ragionevoli;

 

Coronavirus bimbi – Come aiutarli?

I bambini possono rispondere allo stress in diversi modi, come essere più insistenti, ansiosi, arrendevoli, arrabbiati, oppure essere agitati, bagnare il letto ecc.

 

1.Fateli parlare, ascoltateli e rassicurateli.

Rispondi alle loro reazioni appoggiandoli, ascolta le loro preoccupazioni e dai loro più amore e attenzione. Cerca di tenere i bambini accanto a te, e trova il tempo per giocare un po’ con loro. I bambini hanno bisogno dell'amore e dell'attenzione degli adulti durante tempi difficili quindi concedi loro più tempo e attenzione. Dedicate del tempo ad attività che vi facciano rilassare e recuperare.

 

2. Cura e attenzione nel dialogo

Spiegagli le cose in modo comprensibile e parla di ciò che è accaduto, spiega cos'è ora in corso e fornisci loro informazioni chiare con parole che possono capire a seconda della loro età. Ciò include anche fornire informazioni su cosa potrebbe accadere in modo rassicurante (ad esempio un membro della famiglia e / o il bambino potrebbe iniziare a non sentirsi bene e potrebbe andare in ospedale per un po’ di tempo). È importante sapere che non lasciamo i bambini in uno stato di tensione. Valutate nella conversazione il loro livello di ansia osservando il linguaggio del corpo, il tono di voce e il respiro.

 

3. Mostrategli come proteggere se stessi e i loro amici

Una delle migliori maniere di tenere i bambini al sicuro da malattie come COVID19 e altre consiste nell’incoraggiarli a lavarsi regolarmente le mani. Potete inoltre mostrare loro come tossire o starnutire correttamente utilizzando la piega del gomito, spiegare che è meglio non essere vicino a persone che manifestino sintomi, e chiedere loro di essere avvisati immediatamente nel caso in cui sentano di avere febbre, tosse, o difficoltà a respirare.

 

4. La Routine

Segui regolarmente le routine e gli orari in un nuovo ambiente, compresa la scuola / apprendimento e tempo per giocare in sicurezza e rilassarsi. In caso di separazione (ad esempio il ricovero in ospedale) stabilisci contatti regolari (ad esempio via telefono).

 

5. Confortateli

È importante che i bimbi sappiano che le persone si stanno aiutando reciprocamente con atti di generosità e cortesia. Condividete storie di operatori sanitari, scienziati, medici e giovani che stanno lavorando per mettere fine al contagio e mantenere al sicuro la comunità. Sapere che ci sono persone compassionevoli che agiscono, come le aziende che convertono la propria produzione, può essere di grande sollievo.

 

6. La stigmatizzazione

Lo scoppio dell’epidemia ha comportato anche fenomeni di discriminazione razziale nel mondo. È quindi importante accertare che i vostri bambini non stiano sperimentando nè alimentando questi processi. Spiegate che il coronavirus non ha nulla a che vedere con apparenze, origini o lingue delle persone.

 


Condividi

Richiedi informazioni